Bob Dylan in loop by Abarico

abarico musiche culture giuseppina brandonisio“E’ un po’ di tempo che nella stanzetta della musica si armeggia con le macchine da presa. Questo il primo risultato… e ne seguiranno tanti altri!”. Abarico suona Bob Dylan davvero con i piedi. In braccio ha il suo basso elettrico e sul pavimento la macchina per il loop. E lei sta lì, e piano piano cattura il suono: la linea armonica, la voce di Alessandro Valle che può farsi i controcanti da solo e, infine, le note del suo inseparabile flauto entrano in sequenza mentre, con un inglese abbastanza scolastico ma adueguato, Abarico canta I Shall Be Released alla sua originalissima maniera. Naturalmente, quando dicevamo che Abarico suona coi piedi, ci concedevamo un gioco di parole. Infatti, dalla musica classica al pop, alla canzone d’autore, col suo genio creativo che si esprime attraverso il Jazz, la Fusion e l’Elettronica, il poli-strumentista Alessandro Valle, con questa cover porta avanti il suo progetto in loop, splendidamente inaugurato alcuni anni fa.

A due anni di distanza da un album di inediti il leader dei Prophexy, tra Rock e Progressive, il gusto per la musica classica e il deelay, nella sua “stanzetta della musica” reinterpreta il pezzo scritto dal cantautore statunitense nel 1967 e lo inserisce di diritto nel lungo elenco di cover che I Shall Be Released ha visto, un lungo elenco inaugurato da The Band nel 1968. Ma la versione di Abarico ha una caratteristica in più: l’utilizzo della loop station (resa popolarissima in Italia dalla ex concorrente di X-Factor Sara Loreni), del canto, di strumenti elettrici, come il basso, e del flauto traverso, lo strumento preferito dal M° Valle nella veste di insegnate. Classica, Rock, Jazz, elettronica e molto altro ancora si fondono nella musica di Abarico. E allora resteremo all’ ascolto delle note che proverranno da quella sua stanzetta fino al prossimo concerto dei Prophexy o fino all’uscita di un nuovo disco.

About musicheculture

Musicheculture, sito di informazione, storia, attualità e cultura musicale diretto Giuseppina Brandonisio,