Fabrizio Moro, Acqua

fabrizio moro acquaAcqua racconta tutte le sensazioni assorbite durante il percorso, parla di viaggi infiniti tra una città e l’altra per andare a suonare…

Racconta lo stato d’animo con cui ho affrontato le difficoltà e le gioie incontrate da qualche anno a questa parte, da quando la mia vita è cambiata. Racconta del mio amore e dei miei figli, racconta del bene che voglio ai miei fans.

E’ ‘vita’  descritta in musica, parla di me e di tutta l’acqua che è passata sotto le mie scarpe, fra le mie mani, davanti agli occhi e nello stomaco…” 

Così Fabrizio Moro presenta il suo nuovo singolo Acqua, che anticipa l’uscita del nuovo album Via delle Girandole 10, in arrivo il prossimo 17 marzo.

Fabrizio Moro, da tutti conosciuto per aver partecipato al Festival di Sanremo nel 2007 con Pensa, canzone dedicata alle vittime della mafia , ha al suo attivo una carriera già costellata di successi e di grandi soddisfazioni. Musica pop e d’autore, melodie che conquistano col romanticismo e rap che graffiano al suono dell’attualità. Moro nasce il 9 aprile di quarant’anni fa nella periferia di Roma, a  San Basilio,  ma anche la Calabria – terra dei suoi genitori – è nel suo cuore. Mentre impara a suonare la chitarra, il pianoforte e il basso da autodidatta, inizia a scrivere e ad arrangiare le sue prime canzoni. La musica gli permette di vivere in pieno la dimensione della borgata, che gli offre uno sguardo vero sulla realtà e l’ispirazione per molte canzoni. Esordisce esibendosi nelle cover band interpretando i pezzi dei Doors, Guns’n’Roses, U2 e proponendo qualche  sua canzone inedita. Il suo primo album, Fabrizio Moro, lo vede esordire in sordina, mentre il secondo disco, Ognuno ha quel che si merita, ottiene scarsi consensi.

Perciò la svolta arriva per lui con la 57^ edizione del Festival di Sanremo: col brano Pensa vince la competizione nella categoria ‘Giovani’ e poi il Premio della critica ‘Mia Martini’. Nello stesso anno si aggiudica il premio ‘Lunezia’, assegnatoli come miglior cantautore emergente. Il 1° marzo 2007, esce il terzo album: prende il titolo del pezzo sanremese e in poco tempo conquista il disco d’oro. fabrizio moro gaetano curreri musichecultureNel 2008 è ancora  il Festival di Sanremo a dare a Fabrizio Moro il consenso unanime di pubblico e critica, grazie alla canzone Eppure mi hai cambiato la vita, che si classifica al 3° posto nella sezione ‘Campioni’. In una delle tre serate della manifestazione canora si esibisce insieme al leader degli Stadio, Gaetano Curreri, e da quel momento nasce un’importante collaborazione artistica che i due musicisti porteranno avanti negli anni.

Il 29 febbraio 2008 viene pubblicato  il quarto album, intitolato Domani, e in pochi mesi è di nuovo un disco d’oro grazie soprattutto al secondo singolo estratto dall’album,  Libero, che diventa una canzone-manifesto, la canzone dal quale il cantautore si sente maggiormente rappresentato, che viene utilizzata come sigla de “I liceali”, una fiction del gruppo Mediaset.

Il 4 luglio 2008 parte  dal Roma Rock Festival il primo tour ufficiale e Fabrizio Moro registra un grande successo di pubblico: oltre 9000 spettatori. Nel 2009 Fabrizio collabora ancora con Gaetano Curreri e gli Stadio scrivendo il testo di Resta come sei, brano inserito nell’album  Diluvio universale del gruppo bolognese.

sbarre fabrizio moroNegli anni seguenti Fabrizio diventa narratore televisivo realizzando ‘Sbarre’, la prima docu-reality a puntate, girata nel carcere di Rebibbia. In ogni puntata la storia di un ragazzo borderline incrocia il percorso di un carcerato, un confronto drammatico ed emozionante, in cui i due binari del racconto si fondono alla ricerca di una riflessione. Sul versante discografico esce intanto Atlantico Live, il primo album realizzato dal vivo del cantautore, che contiene un dvd e un cd entrambi registrati in occasione del concerto all’Atlantico di Roma il 3 Dicembre 2010. Il disco contiene 2 inediti molto importanti: Respiro  – che diventa la sigla del programma televisivo “Sbarre”  – e  Fermi con le mani,  un brano dedicato a  Stefano Cucchi e alla sua vicenda. Fabrizio Moro è anche l’autore di Sono solo parole, canzone interpretata da Noemi e terza classificata tra i big del Festival di Sanremo nel 2012. Il 2012 sarà l’anno nel quale il percorso di Fabrizio Moro si dividerà tra la carriera di cantautore e quella di autore: scriverà infatti tante altre canzoni di successo, come: Se non è amore e Buongiorno alla vita, ancora per Noemi; La mia felicità, per Emma Marrone; insieme a Gaetano Curreri sarà autore di I nostri anni (uno dei due inediti contenuti nella raccolta 30 I nostri Anni degli Stadio).

Moro collaborerà anche al testo di Crotone del gruppo il Parto delle nuvole pesanti. Il 2012 è importante anche perché  Fabrizio Moro fonda ‘La Fattoria del Moro Publishing’, etichetta discografica e Agenzia di managment con la quale Fabrizio Moro finanzia e produce  band emergenti, i propri progetti e i propri Tour.

Il 30 aprile 2013 esce il sesto album L’inizio, seguìto da un nuovo tour e a due anni di distanza, Moro torna ora con il nuovo album, Via delle Girandole 10, e questi sono i suoi prossimi concerti: TOUR DELLE GIRANDOLE :

20/03 BARI – TEATRO PALAZZO

21/03 NAPOLI – TEATRO ACACIA

27/03 COSENZA – TEATRO GARDEN

28/03 CATANIA – TEATRO ABC

10/04 TORINO – TEATRO COLOSSEO

11/04 BOLOGNA – TEATRO DUSE

17 e 18/04 ROMA – AUDITORIUM DELLA CONCILIAZIONE

24/04 MILANO – TEATRO DEL VERME

25/04 FIRENZE – TEATRO PUCCINI

09/05 PESCARA – TEATRO MASSIMO

About musicheculture

Musicheculture, sito di informazione, storia, attualità e cultura musicale diretto Giuseppina Brandonisio,