Kerbside Collection “Mind the Curb”

kerbside collection mind in the curb musichecultureDalle strade suburbane di Brisbane arriva un ensemble strumentale che ha i colori caldi del Jazz e del funky. Si tratta dei Kerbiside Collection, che escono con l’album Mind in The Curb. Una produzione indipendente, firmata Légère Recordings, che punta sul fascino della nostalgia e, per non avere rimpianti, ripropone sonorità californiane in stile Anni ’70, adattandole ai nostri tempi ma aggiungendovi anche i ritmi grintosi del funky. Ravi Welsh (chitarra), Jason “Paprika” Bell (batteria e percussioni), Chris Poulsen (Hammond e Fender Rhodes) e Jeremy O’Connor (Fender “P” e contrabbasso) devono amare molto la grinta di James Brown, la chitarra di George Benson, Chico Hamilton e il jazz del James Taylor Quartet, tanto da farne la loro principale fonte d’ispirazione. Il gruppo nasce sei anni fa e ha al suo attivo già mirabilissime performance live per conquistare il pubblico col loro rare groove ma anche con cover e remix che non fanno rimpiangere successi indimenticabili come Jelly Belly e Night in Tunisia. La band australiana insomma, può rappresentare un valido sottofondo per le nostre notti tinte di jazz.

3 commenti su “Kerbside Collection “Mind the Curb””

  1. Si è vero: molto gradevole.
    …ma tu non hai azzeccato una sola interpunzione!
    Ok, come da te richiesto, entro oggi ti cambio il gravatar, visto che siamo prossimi al Natale!
    x tutto il resto: ripristino e backup: accidentalmente i commenti dal 13 al 16 sono andati perduti.
    Io ho avvertito tutti i partecipanti a quella conversazione: lo vedi che se mi lasci una mail vera poi io ti rispondo?
    Non faccio mica come quelli che “se la tirano ” finché non vengono ignorati da tutti!
    …c’era arsura nel deserto? Raccontami il tuo viaggio.
    Quando andrai tra gli aborigeni australiani (giusto per restare collegati alla nazionalità di questo gruppo)?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.