LeAnn Rimes

Esordisce ad 11 anni (1994) cantando una canzone che  fu presentata come una  cover di Patsi Cline. Versatile e comunicativa,  LeAnn  Rimes diventa in poco tempo una star del country e molti produttori si danno battaglia per accaparrarsela. La MCG/Curb Records, nel 1996, la mette sotto contratto per il suo primo album e la quattordicenne di Dallas si trasforma in un prodotto country-pop ben confezionato. Bill Mack, il produttore che l’aveva scoperta tre anni prima, la lanciò facendole interpretare una canzone da lui scritta negli anni ’60, Blue. Per farsi pubblicità, il vecchio Mack dichiarò che quella canzone era stata scritta per Patsi Cline ma che era rimasta per anni chiusa in un cassetto perché la star del country purtroppo morì prima di poterla registrare. Secondo l’autore  il destino di Blue doveva essere quello di attendere la nascita della nuova erede della Cline che lui, astutamente, trovò in LeAnn. Ma mentre la stampa si beveva la storiella, si scoprì che in realtà la canzone era già stata incisa negli anni da tre artisti diversi. Intanto però, con quella sua voce così simile a quella della Cline, una bambina prodigio diventò una star. Blue conquistò un nuovo record per un singolo di musica country vendendo 100 mila copie soltanto nella prima settimana d’uscita e fece vincere alla Rimes due grammy e una nomination da parte dell’Associazione della Musica Country (CMA).  L’album uscì invece nel luglio del 1996, vendette circa 6 milioni di copie e si piazzò fino al numero tre della classifica di Billboard, in quell’anno.Nel 1997 pubblica due album Unchained Melody: The Early Years che contiene le cover di Unchained MelodyI Will Always Love You, e successivamente You Light Up My Life: Inspirational Songs che replica il successo del primo album, anche grazie al singolo How Do I Live. Nel1998 pubblica Sittin’ on Top of the World, anticipato dal singoloCommitment ed impreziosito da una magnifica cover di Purple Rain di Prince.Nel 1999 esce il quinto album, che porta il suo nome, LeAnn Rimes, con i singoli CrazyBig Deal. Nello stesso anno viene invitata da Elton John a duettare con lui nel brano Written in the Stars: questo duetto ha un buonissimo successo, tanto da permetterle di farsi conoscere nel mercato europeo.Nel 2000 pubblica I Need You, album della svolta, che permette alla Rimes di togliersi i panni di adolescente, per vestirsi di una matura femminilità con grinta da vendere. L’album ha successo oltre che in America in tutta Europa con il brano che dà il titolo al disco, I need you. Nel pieno successo dell’album presta alcuni dei suoi brani alla colonna sonora del film Le ragazze del Coyote Ugly, partecipandovi anche in un cameo. Il singolo estratto è Can’t Fight the Moonlight, che scala le classiche di mezzo mondo. Ma la felicità per il suo successo viene offuscata quando decide di far causa al padre e all’ex manager, rei di averle sottratto oltre 7 milioni di dollari negli ultimi cinque anni. In quanto alla Cline, nella sua discografia non c’è traccia di “Blue”, anche se molti la ricordano nell’interpretazione di Bluemoon in Kentucky. Ma intanto, quella leggenda metropolitana diffusa da Mack, alla Rimes, è valsa una carriera.

About musicheculture

Musicheculture, sito di informazione, storia, attualità e cultura musicale diretto Giuseppina Brandonisio,