Mare nostro, mare…

marenostroLe preghiere spesso sono tardive ma vorrei davvero che tragedie come quella della notte scorsa non si ripetano più, e che quei maledetti trafficanti e assassini, che s’arricchiscono facendo  carne da macello della vita altrui, possano essere fermati, tutti.

Precedente Don't Stop Dreaming, Paolo Preite Successivo New Adventures in Lo-Fi

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.