Nasce la spotify Chart

spotifySpotify lancia da la sua chart dei brani più scaricati o ascoltati on demand. I trionfatori della classifica sono i Daft Punk, francesi come la piattaforma per lo streaming musicale (Deezer) concorrente. Spotify, svedese, nata nel 2008 e adesso disponibile anche  in Australia, Austria, Belgio, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Hong Kong, Islanda, Isole Faroe, Italia, Lettonia, Lituania, Malesia, Messico, Norvegia, Nuova Zelanda, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Singapore, Spagna, Svezia, Svizzera e Stati Uniti. La classifica sarà aggiornata ogni lunedì e conterrà le canzoni più ascoltate (Spotify 50) e le più condivise (Social 50). La  Chart di Spotify può essere incorporata facilmente sui siti web: gli utenti possono così  tenere d’occhio i brani che stanno avendo più successo nel mondo, semplicemente impostando il widget su uno dei 28 paesi in cui Spotify è disponibile. Potranno inoltre vedere quante volte sono stati riprodotti i brani top di ogni artista grazie al “contatore di ascolti”, che mostra il totale degli streaming a partire da ottobre 2008.

La nuova funzionalita’ sara’ implementata, inizialmente, sulla versione desktop di Spotify a partire dalle prossime settimane. “Ci proponiamo come la migliore piattaforma promozionale per gli artisti e mostrare il numero di volte in cui un brano viene riprodotto e’ un chiaro passo in questa direzione”, dichiara Steve Savoca, Head of Content di Spotify. “Gli artisti da oggi potranno avere un riscontro immediato dai propri fan sull’andamento dei propri brani su Spotify”. Con spotify la musica è entrata a pieno titolo nell’era digitale. rendendo lo sharing e il download la cosa più naturale. Ora i dati di vendita, il passaparola e i comportamenti di consumo degli ascoltatori diventano informazioni basilari per industrie discografiche e artisti. La forza di spotify sta nell’abbonamento “unlimited” che ti permette di scaricare a pagamento tutta la musica disponibile e nella possibilità di ascoltare musica gratuitamente (per il periodo di 6 mesi di prova del servizio), semplicemente vedendo dei mini spot. E così, mentre il mercato discografico tradizionale è ancora lì a contare le cifre di vendite che si assottigliano sempre più e a contrastare la pirateria, spotify sembra aver imboccato la strada giusta per il futuro della musica…. per la gioia dei Daft Punk, che questa settimana svettano con Get Lucky (nella chart 50), di Pink  – che è seconda con la hit “Just give me a reason” – e di Macklemore & Ryan Lewis featuring Wanz che con “Thrift Shop” sono terzi. Il prossimo aggiornamento della chart è per lunedì 27 maggio. sito

About musicheculture

Musicheculture, sito di informazione, storia, attualità e cultura musicale diretto Giuseppina Brandonisio,