Pharrell Williams: la felicità pret a porter

pharrel williamsNulla della sua musica passa inosservato, anzi: tutto ciò che fa è destinato a diventare una hit! Funk e hip hop sono di certo nelle sue corde ma lui è il nuovo re del pop: scala le classifiche mentre contagia tutti con la follia trascinante dei suoi tormetoni.

Pharrell Williams ha scoperto la formula giusta per il trionfo come produttore discografico, come cantante e come stilista. Billboard lo indica come il miglior produttore del decennio 2000-2010. Avrebbe voluto far interpretare le sue canzoni al vero re del pop ma Micheal Jackson s’era sempre rifiutato. Madonna, Jay-Z, Madonna, Kanye West, Justin Timberlake, Britney Spears e tanti altri, invece, per i loro successi lo ringraziano.

Il percussionista dei N.E.R.D, che debuttò come solista nel 2003, col singolo  “Frontin”, pubblicò il suo primo album nel 2006 (In My Mind), alla soglia dei 41 anni (che compirà il prossimo 5 aprile), vince un Grammy nel 2014, con il singolo “Happy” continua a conquistare i primi posti nelle classifiche,  riesce a contagiare il web in modo virale: una strategia di marketing vincente che ha il pregio di coinvolgere e divertire: tutta l’Italia balla: gli operai della fiat di Taranto,  i dipendenti del Lingotto di Melfi, i milanesi, i romani i toscani, coi loro flash mob organizzati davanti ai monumenti più noti delle loro città e perfino le scuole. Insomma: tra una straordinaria capacità di intercettare i gusti della gente e di fabbricare prodotti alla moda, Pharrell Williams sa il fatto suo: “le canzoni sono emozioni”, dichiara l’artista, sedotto dal luogo comune e dall’intento di non rivelare il segreto del suo successo. A fare del suo singolo un prodotto alla moda, pret a porter, è proprio la gente, attraverso il web Happy: melodia trascinante e ripetitiva; parole che ti catturano col ritmo e il loro suono;  un testo semplice e facile da memorizzare e da capire che è una vera iniezione di ottimismo e spensieratezza. Magari, nonostante qualche eccesso di banalità, questo tormentone sarebbe stato apprezzato anche dall’inarrivabile Micheal Jackson.

 

1 commento su “Pharrell Williams: la felicità pret a porter”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.