Ricordando Pino Daniele

pino daniele musichecultureNotte quasi insonne l’ultima trascorsa a Roma. Nubi grigie e minacciose si specchiavano nei vetri del palazzo di fronte: da un sesto piano di questa città il cielo si fa più ravvicinato e quei lampi che lo illuminavano preannunciando il temporale rendevano prematuro il mio mattino. Alcune ore dopo, la grandine caduta sulla Capitale avrebbe colpito con forza anche i vetri della mia finestra. Ma, alcune ore prima,  mentre guardavo quegli squarci nel buio, pensavo: arriverà l’aurora.

E’ passato un mese dalla morte di Pino Daniele e Rai 2 lo ricorda in una puntata speciale di “Unici” che andrà in onda domani sera (“Tu dimmi quando – Pino Daniele”),  una nuova occasione per provare ad elaborare un lutto difficile da portare, soprattutto per chi abbia amato la  musica di Pino Daniele e alla sua musica abbia legato la propria storia.

Infatti, a ricordare il cantautore saranno proprio gli amici che con il cantautore avevano condiviso palchi, pezzi di vita ed emozioni: musicisti o artisti anche loro (Jovanotti, Tullio De Piscopo,  James Senese, Edordo Bennato, la Nuova Compagnia di Canto Popolare, Tony Esposito, Ornella Muti…) e amici d’infanzia, come Enzo Grananiello, al quale è affidato il compito d’accompagnare il pubblico nella storia, nei luoghi, nella vita dell’indimenticabile Pino, andatosene il 4 gennaio scorso ma lasciandoci con un nodo alla gola ancora tanto difficile da sciogliere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.