Un pianoforte, la radio, il blues: il Premio Ciampi ricorda Ernesto De Pascale

ernesto de pascaleCi sono note di pianoforte che si tingono di romanticismo. Altre che hanno il sapore della classicità. Altre ancora che sono gioco, freschezza, allegria, ballo e puro divertimento. E ce ne sono altre che hanno i colori del blues. Si svolgerà dal 24 al 26 ottobre il Premio Ciampi – Città di Livorno. Ma quest’anno la manifestazione non sarà dedicata soltanto al cantautore. Il video di Subway to the West Country sarà proiettato durante la serata finale allo scopo di ricordarne l’autore. Il brano non è di Piero Ciampi ma è collocato in un album che s’intitola Seven Songs While the City is Sleeping. Questo brano è stato scritto dallo storico presentatore e membro della giuria di questo premio, ad una voce straordinariamente familiare per me: una voce che mi ha accompagnato sui sentieri del musica per giorni e notti e che a volte risuona tra i ricordi quando ripenso alle trasmissioni radiofoniche che ho amato di più. Seven songs while the city is sleeping è un album che Ernesto De Pascale aveva iniziato a comporre tra il 2009 e il 2010. Ernesto, che era un giornalista, un conduttore radiofonico ed un musicista, chiamò alcuni amici e si sedette al pianoforte. Scrisse due pezzi e ne lasciò altri incompiuti, su alcuni appunti. Dopo un po’ di tempo, nel giorno del suo 53° compleanno, se ne andò via. Non posso sapere se adesso dimori in un luogo che è fatto di musica o se nel frattempo, lì dove dovrebbe trovarsi ora, abbia già incontrato Jimmi Hendrix, Miles Davis e abbia tenuto una jam session con loro. Ma ricordo perfettamente cosa stavo facendo quel 13 febbraio del 2011. Avevo affrontato un viaggio in treno ed ero giunta a destinazione. Con molta difficoltà, durante il tragitto ma anche il giorno dopo, cercai di connettermi a internet, senza successo. Volevo leggere gli aggiornamenti di stato dei miei contatti su Facebook. Anche Ernesto De Pascale era nella lista dei miei amici: avevo scambiato parole, ascoltato delle note e letto le sue battute proprio qualche giorno prima. Ma quando la connessione a internet finalmente tornò, scoprire che Ernesto era morto, mi fece raggelare. Io mi ero connessa a facebook con l’idea di fargli gli auguri di buon compleanno, in ritardo, come mi accade spesso con i miei contatti. Avrei voluto scusarmi per la mia mancanza di puntualità, ma Ernesto non c’era già più!

Seven songs while the city is sleeping è un album pubblicato postumo. E’ uscito il 13 febbraio del 2013, a due anni esatti dalla morte di Ernesto De Pascale. Le canzoni sono state ultimate dai collaboratori del popolo del blues. Guido Melis e Giulia Nuti (rispettivamente, bassista e violista degli underfloor) si sono occupati della supervisione musicale, raccogliendo e montando il materiale originale, contenuto nel disco registrato al Plastic Sun Studio di Firenze. Subway to the west country nacque in un solo pomeriggio. Ernesto volle accanto a sé alcuni suoi amici musicisti, per provare e suonare insieme a loro. L’arrangiamento d’archi della versione del disco di Subway to the west country è stato scritto dal produttore e songwriter kenny white.

Ah, comunque, per la cronaca: il Premio Ciampi è giunto alla sua diciannovesima edizione. A cinquant’anni dall’uscita del primo album del cantautore, gli artisti partecipanti hanno deciso di proporre tutti i brani di questo disco, Piero Litaliano, perché l’album originale, uscito mel 1964, esiste soltanto in vinile, è quasi introvabile, ma le case discografiche che detenevano i diritti su queste canzoni non hanno mai realizzato una ristampa su cd. Come dicevo, la manifestazione si terrà dal 24 al 26 ottobre e terminerà con la cerimonia di premiazione di giovani talenti musicali. I vincitori di quest’anno sono: Antonio Maldestro, vincitore del concorso nazionale; Giulia Mazzoni, per la miglior cover, e Luigi Mariano, che vince il premio speciale della giuria.

Gli artisti sul palco saranno:  Bobo Rondelli, Ginevra Di Marco, il trio Carlone-Li Calzi-Righeira, Gatti Mezzi, Sinfonico Honolulu, Letti Sfatti, Sara Loreni. Cisarà anche Paolo Iannacci, per un tributo a suo padre.

Precedente Inert Project: rock, jazz, fusion, elettronica Successivo Marnero, il Sopravvissuto

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.